lunedì 2 novembre 2015

Vellutata Povera di zucca e cavolfiore



Questa ricettina di oggi è veramente una vellutata povera; povera perchè senza panna, senza latte, senza formaggio, senza nulla in pratica...beh nulla nulla no...ci sono zucca e cavolfiore!
Di solito infatti ciò che contraddistingue una vellutata da un semplice passato è proprio l'aggiunta di ingredienti,come la panna, il burro o il formaggio grattugiato, che rendono cremosa e vellutata la crema, arricchendone anche il sapore; io, però, ho provato a farla più leggera e devo dire che in quanto a sapore e cremosità non ha nulla da invidiare alle sue cugine grasse.


Ingredienti:
2 fette di zucca gialla
1 cavolfiore di media grandezza
2 spicchi d'aglio
acqua
1 goccino di latte
sale e olio evo q.b.
spolverata di pepe






Preparazione:
Armatevi di coraggio e pazienza e pulite gli ortaggi togliendo la buccia alla zucca e le foglie al cavolo, dividete quest'ultimo in cimette il più piccole possibile e tagliate la zucca a cubetti piccoli.
La grandezza dei pezzetti, ovviamente, determina il tempo di cottura.
Intanto mettete a rosolare i due spicchi d'aglio tagliati a pezzettini, finchè non saranno biondi, dopo di chè buttate dentro i cubetti di zucca e le cimette di cavolfiore e fate rosolare per qualche minuto a fuoco allegro e rigirandoli spesso.
Non appena sentite che gli ortaggi iniziano a sfrigolare aggiungete l'acqua, meglio se calda, fino a ricoprirle, il sale, coprite il tegame ed abbassate un pochino la fiamma; avrannobisogno di cuocere per un quarto d'ora abbondante.
In ogni caso controllate spesso la cottura girando gli ortaggi con un cucchiaio di legno e, in caso di bisogno, aggiungete altra acqua.
Quando sentirete che le verdure si schiacciano bene con il mestolino frullate energicamente il tutto; io uso sempre il frullatore ad immersione direttamente in pentola, comodo, veloce e sporco veramente poco, ma se a casa avete un frullatore a bicchiere va bene lo stesso..è solo più laborioso il dover trasferire da un contenitore all'altro la vellutata..
Deve diventare una crema quindi, se necessario, insistete con il frullatore.
A frullata ultimata aggiungete un goccino di latte che serve ad omogeneizzare il tutto, ma, se volete potete anche mantecare con un pezzettino di burro e far "ingrassare" la vostra vellutata, aggiustate di sale, e servite ben calda con una spolverata di pepe ed un pò di olio a crudo.




Io ho aggiunto dei mini crostini di pane aromatizzati alla cipolla...una delizia!!

Buon Appetito!!

Nessun commento:

Posta un commento